L’evoluzione

Harpo spa è una realtà aziendale che ha origine alla fine dell’ottocento e che nel tempo ha saputo mantenere vive qualità e tradizione, integrandole con grande flessibilità alla capacità di innovarsi e innovare.
Anno dopo anno, generazione dopo generazione, la Harpo è cresciuta insieme ai suoi dipendenti. Immersa in un mondo in continua evoluzione, ha accolto nuovi stimoli e nuove opportunità assecondando anche un costante cambiamento di esigenze esterne e di mentalità.
Operando a 360 gradi nel mondo dell’edilizia, l’azienda è diventata sempre più sensibile alle modalità di intervento sul e nell’ambiente. L’ha fatto non solo focalizzando il suo business soprattutto su una ristretta cerchia di prodotti naturali come le finiture a base di grassello di calce stagionato, ma anche cogliendo la sfida di portare in Italia un nuovo mercato, introducendo e diffondendo tecnologie a verde pensile, che, installate principalmente nelle metropoli, aiutano l’ambiente a proteggersi dalle fonti inquinanti che vengono emesse quotidianamente in enormi quantità.
Così Harpo si impegna a rendere reale un obiettivo di sostenibilità dal punto di vista di performance ambientali e di prodotti responsabili, mettendo insieme ricerca, tecnologia,  innovazione e amore per il proprio lavoro.

 

La missione green

In un contesto in cui è in atto un cambiamento mentale che concepisce sempre più l’ambiente come un bene comune, Harpo si integra proponendo tecnologie e materiali che stimolino comportamenti green oriented, orientati cioè all’eco efficienza, in modo da raggiungere un maggiore rendimento con una minore pressione ambientale.
A supporto sono intervenute nuove normative e crescenti incentivi come gli eco-bonus, che fanno da motore per una riqualificazione degli edifici in ottica eco-friendly.
Un modello di business green driven non è però determinato solamente dall’introduzione di tecnologie green o di prodotti naturali, ma anche dalla propensione all’innovazione. Innovazione è anche capacità di stimolare creatività e nuove idee: sessioni di brainstorming, lavori di gruppo interdisciplinare e interfunzionale, attività di formazione dei dipendenti volte allo sviluppo di nuove idee o soluzioni creative (Greenitaly – report 2015) sono azioni in cui Harpo crede e promuove.

Tutte queste componenti unite in un processo collaborativo permettono ad Harpo di elaborare una risposta alla minaccia dettata dal cambiamento climatico. Una sfida che, come definisce il report Greenitaly 2015, è una sfida ambientale, ma anche tecnologica, economica, sociale e geopolitica.

 

Le proposte

Harpo sandtex ha scelto la calce per la realizzazione di alcuni dei suoi prodotti.
La calce è un materiale da costruzione naturale ottenuto dalla cottura della pietra, che ha alle spalle una lunga storia che parte addirittura dalle prime abitazioni note all’umanità, costruite in argilla, ma, per le sue caratteristiche di materiale naturale per eccellenza, rappresenta sempre di più il futuro.
Con la produzione di FINITURE A BASE DI GRASSELLO DI CALCE INVECCHIATO, la Harpo distribuisce vere e proprie pitture naturali dal duplice beneficio ambientale e personale.
La preparazione del grassello, elemento base che determina qualità e sostenibilità del prodotto finito, avviene impiegando materiali completamente naturali – pietra, acqua, terra e fuoco – che vengono sapientemente coinvolti in un ciclo naturale – il ciclo della calce –. Queste finiture inoltre sono in grado di riassorbire buona parte dell’anidride carbonica emessa durante la fase di cottura dei ciottoli.
Non si tratta solo di pitture ecologiche che operano nel totale rispetto dell’ambiente, ma, grazie alla naturalità del processo, si distinguono anche per essere pitture asettiche, esenti da biocidi ed altamente traspiranti, perfette per interni in quanto in grado di garantire ambienti sani e salutari.

Harpo seic opera nella distribuzione dei geosintetici da più di trant’anni, promuovendo soluzioni nel settore dell’edilizia e dell’ingegneria civile e ambientale contraddistinte da un’elevata affidabilità nel tempo e da un inserimento sostenibile nell’ambiente. Queste soluzioni tecniche, come le TERRE RINFORZATE, il drenaggio delle acque meteoriche tramite geocompositi drenanti o il rinforzo dei sottofondi stradali, rappresentano una valida alternativa ai metodi costruttivi tradizionali sia sul piano tecnico che ambientale, in quanto, in fase di realizzazione delle opere, permettono la riduzione delle emissioni di CO₂. L’impegno costante a trovare soluzioni e materiali sempre più performanti e innovativi, ci consente di rimanere al passo con le nuove sfide ambientali e infrastrutturali.

Harpo verdepensile è l’ultima ma rivoluzionaria divisione che studia e progetta avanzati SISTEMI A VERDE PENSILE: un insieme di tecnologia e innovazione dalla totale essenza green che non solo incentiva l’introduzione del verde in città, ma contribuisce concretamente alla tutela dell’ambiente garantendo notevoli e determinanti benefici come le riduzioni delle emissioni di sostanze inquinanti nell’aria, la prevenzione degli allagamenti, la salvaguardia della biodiversità e il miglioramento dei microclimi.
Il verde pensile inoltre garantisce notevoli vantaggi per il singolo, permettendo di risparmiare energia e di aumentare il comfort abitativo, accrescendo il benessere personale e migliorando l’umore.

 

Innovazione e tecnologia

Il laboratorio Harpo studia costantemente soluzioni e combinazioni di sostanze che possano essere innocue per l’ambiente. Ma a volte riesce anche a superare i suoi limiti trovando le formule giuste in grado di curarlo dagli attacchi esterni.
sandtex domosil fotocatalitico è la prima pittura fotocatalitica che trasforma lo smog in aria pulita grazie ad un innovativo processo di ossidazione che si attiva con l’esposizione alla luce solare e che è in grado di decomporre in appena un’ora fino al 90 % dell’inquinamento presente in 80 m³ di aria.
Un’eco-pittura a tutti gli effetti che oltre a migliorare la qualità dell’aria, rimane bianca e pulita nel tempo, senza bisogno di riverniciature.
sandtex domosil fotocatalitico è stata scelta per le pareti di Gaia, la casa più ecologica del mondo costruita in provincia di Milano.

I sistemi a verde pensile Harpo invece sono stati utilizzati per i tetti di molti dei padiglioni presenti all’esposizione universale Expo Milano 2015, il cui tema è stato per l’appunto “nutrire il pianeta, energia per la vita”. Non solo una moda, ma soprattutto una soluzione ecologica nata nel nord Europa che combatte smog e polveri sottili nell’aria permettendo un risparmio energetico fino al 30%, la diminuzione delle polveri sottili fino al 20%, il miglioramento del microclima grazie alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, la prevenzione degli allagamenti grazie a una ritenzione idrica del 70-90%, la protezione del rumore e la tutela della biodiversità.
Tetti intelligenti a tutti gli effetti che fanno bene all’ambiente in maniera non invasiva.

 

La ricerca

Harpo supporta lo sviluppo della sua linea green con una ricerca costante che avviene internamente nei laboratori aziendali ed esternamente collaborando con i centri di ricerca di molteplici università italiane.

Le tecnologie a verde pensile hanno origine nei paesi del nord Europa e solo recentemente hanno iniziato ad essere importate in Italia. Harpo ad oggi è la prima e unica azienda ad aver ottimizzato i sistemi al clima mediterraneo. Il tema della disponibilità d'acqua, del bilancio termico, della gestione delle precipitazioni violente sono state affrontate spalla a spalla con alcuni tra i gruppi di ricerca universitaria più all'avanguardia in Italia, tra cui Milano, Bologna, Genova, Trieste, Ancona, Messina e altre. Dall’attività di ricerca costante sono già stati fatti importantissimi passi avanti sia sulla scienza pura sia sulla scienza applicata. Nel primo caso innovative pubblicazioni scientifiche hanno permesso di caratterizzare in modo evoluto e funzionale i sistemi Harpo ispirando inoltre il comitato UNI nella revisione della norma 11235 del 2015. Nel secondo caso Harpo è cresciuta con la formulazione di nuovi substrati, con lo sviluppo della centralina di irrigazione MediWaterSafe e con la messa a punto del sistema RIC per il risparmio idrico controllato con il feltro Idromant 4. Tutti questi risultati appartengono a un processo di evoluzione e divengono di volta in volta punti partenza per nuove idee e progetti di sviluppo che ridisegneranno i sistemi a verde pensile di domani.

 

Le caratteristiche naturali

Essere green significa rispettare l’ambiente e tutelare la salute delle persone, e per testare il proprio contributo Harpo misura aspetti concreti.

  • Risparmio energetico
  • Riduzione dell’impatto ambientale
  • Riduzione delle emissioni nell’atmosfera
  • Riduzione del contenuto di biocidi
  • Naturalità delle materie prime e dei processi
  • Benessere personale

 

I prodotti e i sistemi appartenenti alla linea HARPO GREEN sono riconoscibili ed identificati con la casa verde, simbolo dell’edilizia naturale che ci proponiamo di rappresentare e che si distingue per i valori di eco-compatibilità ed eco-efficienza.