Gli eventi alluvionali degli ultimi anni hanno reso evidente, tra le altre cose, come l'intervento sui corsi d'acqua con tecniche "tradizionali", che poco si integrano nella dinamica naturale dei sistemi in cui vengono inserite, sia spesso non solo poco efficace, ma addirittura controproducente.
E' ormai riconosciuto che la progettazione di opere di difesa idraulica dovrebbe in effetti tendere ad interventi che, senza alterare eccessivamente la natura, ottengano comunque i risultati attesi.
E' altresì auspicabile un approccio che tenga possibilmente conto non solo della situazione critica localizzata, ma anche dell'opera inserita in un contesto più ampio, in modo da valutare gli effetti "a cascata" degli interventi da realizzare.

La divisione seic geotecnica mette a disposizione del progettista tutta una serie di materiali e tecnologie che permettono di risolvere molti problemi di gestione e difesa idraulica sia in ambito fluviale che marino, sempre rispettando quanto più possibile l'equilibrio ambientale.