Drenaggio acque di infiltrazione superficiale

La copertura finale delle discariche (capping) prevede come ultima sistemazione il riporto di uno strato di terreno vegetale per la rinaturalizzazione dell'area. Il terreno deve essere sistemato al di sopra dell'impermeabilizzazione, realizzata con argilla naturale o con geomembrane.

Nelle coperture piane, l'acqua di infiltrazione, qualora non drenata, può accumularsi all'interno del terreno creando un ambiente asfittico che non permette un adeguato rinverdimento.

Ma è in particolare nelle coperture inclinate che il drenaggio delle acque di infiltrazione diviene essenziale per assicurare la stabilità della stratigrafia di copertura. Infatti, le sovraspinte interstiziali dell'acqua a livello della geomembrana sono in grado di provocare tensioni nel pacchetto sovrastante, formato dall'eventuale elemento di aggrappo del terreno e dal terreno vegetale stesso, tali da renderlo instabile e innescare fenomeni di scorrimento lungo la superficie critica all'interno della stratigrafia.

Per questi motivi nelle applicazioni in discarica l'uso di geocompositi drenanti come l'Enkadrain per la captazione delle acque di infiltrazione superficiale è sempre consigliabile.