Si tratta di quei prodotti costituiti da bentonite (argilla) e geosintetici: generalmente essi consistono di un strato di bentonite sodica racchiuso tra due geotessili mediante agugliatura meccanica.
Vengono utilizzati generalmente nell’impermeabilizzazione di discariche e in altre opere di ingegneria idraulica.
In corrispondenza delle giunzioni in sito viene realizzata una sovrapposizione del materiale con l’interposizione di bentonite granulare. La sigillatura si realizza quando la bentonite viene idratata, senza necessità di cuciture o altro. Il geocomposito bentonitico viene generalmente ricoperto con terreno o ghiaia, in modo da creare il confinamento richiesto.