PUNTO RISTORO E INFO POINT

LAGHETTO DI GIUSSANO (MB)

DATI PROGETTO

Applicatore Harpo verdepensile: Giardini Ganzerla srl - Sulbiate (MB)

Impresa Generale: Paladino Costruzioni

 

Descrizione del progetto

L’intervento principale ha riguardato la costruzione del nuovo punto ristoro integrato  nell’oasi naturalistica.

Vero e proprio fiore all’occhiello per la città, l’area laghetto è un polmone verde, caratterizzato da sentieri, percorsi naturalistici e cascine.

Il nuovo punto di ristoro dotato di un’ampia sala interna, un portico coperto affacciato sul bacino lacustre e ampi spazi esterni attrezzati servirà anche come info-point per l’area naturalistica. L’area ha una forte attrattività e in concomitanza con la maggiore affluenza di persone, è stata individuata un’area verde di circa 600 metri quadri tra la sponda lacustre, la roggia e il gelso monumentale, che sarà trasformata in una vera e propria area relax. Il progetto ha previsto interventi al fine di valorizzare delle aree naturalistiche con forestazione.

 

LINEA VITA MEDISAVE: La soluzione Harpo per la messa in sicurezza dei manutentori in copertura verde pensile

L’intervento ha riguardato la realizzazione di una copertura a verde pensile estensiva a prato naturale con stratigrafia Harpo.

Su questa interessante referenza vogliamo sottolineare l’impiego di un sistema linea vita Harpo completamente integrato nella stratigrafia tecnica e zavorrato con substrato TerraMediterranea.

 

Approfondimenti tecnici sul dispositivo installato

MEDISAVE 3D - sistema per la manutenzione in sicurezza

Sistema di ancoraggio per la messa in sicurezza dei manutentori in copertura verde pensile; sistema tridimensionale che non necessita fissaggi alla copertura, completamente integrato al sistema Harpo verdepensile: progettato per consentire in condizioni di sicurezza l’accesso, il transito e la manutenzione su coperture ove non sono previsti parapetti di protezione perimetrali. La piena integrazione di Medisave 3D nei sistemi a verde pensile Harpo assicura estrema facilità di posa e perfetta funzionalità a regime sia del sistema di sicurezza che del verde pensile.

 

Descrizione del sistema di ancoraggio Medisave 3D

Dispositivo permanente di ancoraggio progettato per essere integrato nei sistemi a verde pensile Harpo. Medisave 3D è a norma EN 795:2012 e UNI 11578:2015 tipo C e tipo A, è idoneo alla messa in sicurezza di persone che operano per la manutenzione al bordo di coperture piane e con inclinazione fino a max 5°.

Il dispositivo viene assemblato direttamente in opera, integrato alla stratigrafia verde pensile e sarà successivamente zavorrato con opportuno appesantimento nell’ordine di circa 8-10 cm compattati di substrato TerraMediterranea, per un peso complessivo non inferiore a 720 kg/dispositivo, ovvero non inferiore a 75 kg/mq in condizioni asciutte. In caso di riporto in ghiaia dovrà venir posato uno spessore idoneo a garantire la zavorra necessaria e al contempo a ricoprire interamente la struttura tridimensionale.

 

Elementi costitutivi principali del sistema

  • n° 1 Palo in acciaio AISI 304
  • n° 1 modulo struttura tridimensionale di confinamento cellulare
  • n° 1 Telo filtrante Medifilter MF1;
  • TerraMediterranea Harpo, spessore compattato ≥ 8 cm.

Il tutto completato da cavo linea vita.

 

Caratteristiche peculiari e vantaggi di questo dispositivo

  • non prevede alcun fissaggio meccanico alla copertura e nessuna discontinuità nell’impermeabilizzazione
  • essendo svincolato dal supporto, la posa è indipendente e successiva alle opere di impermeabilizzazione;
  • integrato alla stratigrafia tecnologica a verde pensile: semplicità di posa, totale compatibilità funzionale a regime, non comporta effetti differenziali sullo sviluppo della vegetazione.
  • può essere assemblato in opera o posato dopo pre-assemblaggio a terra o in stabilimento,
  • Non impone carichi di punta;
  • Non causa ponti termici;
  • Permanente ed immarcescibile;
  • non causa interruzione del drenaggio
  • Ottima estetica: il dispositivo è integrato nel sistema Verde Pensile, e rimarranno visibili solo i segnalatori che fuoriescono dal substrato ove ancorarsi con i moschettoni

Tutti i prodotti sono garantiti 10 anni per quanto riguarda le componenti in acciaio zincato e 15 anni per quelle in acciaio Inox. I dispositivi anticaduta sono inoltre corredati di adeguata cartellonistica.

Il sistema anticaduta, a fine lavori, è corredato di Certificazione contenente:

  • Manuale di utilizzo del sistema;
  • Certificazione di conformità dei prodotti;
  • Dichiarazione di corretta installazione dopo verifica in opera;
  • Registro delle manutenzioni;
  • Elaborato Grafico di progetto

Indicazioni di impiego

Tutte le indicazioni fornite da Harpo relative alla posa in opera, vengono specificate in seguito all’analisi delle tavole progettuali ed informazioni fornite dalla committenza e con il presupposto che gli operatori dovranno essere dotati di dispositivi di protezione individuale. Gli elementi che compongono l’imbracatura (supporto per il corpo durante la caduta) dovranno essere a norma e venir utilizzati esclusivamente dopo verifica. Il sistema anticaduta è stato provato secondo le modalità indicate dalle normative sopra riportate superando le relative prove per un numero massimo di 2 operatori, con una campata massima di 10 metri ed una traslazione massima del dispositivo in caso di caduta non superiore a 365 mm (Tipo A) o 500 mm (Tipo C). La deflessione massima durante la caduta nelle direzioni prevedibili a progetto non supera i 246 cm per il tipo C.  L'assistenza per opere murarie e di lattoneria di qualsiasi genere, saranno considerate a carico della committenza. Si precisa che è onere del tecnico progettista della struttura sulla quale va installato il dispositivo o di altro tecnico incaricato dalla Committenza effettuare verifiche locali e globali sulla struttura o porzione di struttura atta a ricevere le forze scaricate dal dispositivo anticaduta Linee Vita, intese come verifiche di resistenza e/o stabilità.

   

 

Per saperne di più

Consulta il nostro

Reference Book