Orto sul tetto del ristorante Le Fonderie Ozanam a Torino

Harpo verdepensile | Fonderie Ozanam | Orti alti
Il progetto di innovazione sociale includerà 300 mq di ortoalto per fornire vegetali a km zero direttamente in città

Ne stanno parlando tutti, del giardino pensile coltivato a orto che verrà realizzato sul tetto di un ristorante di Torino.

Si tratta di un progetto di innovazione sociale sperimentato dagli architetti Elena Carmagnani e Emanuela Saporito, fondatrici di OrtiAlti, che prevede 300 mq di verde pensile installato con le tecnologie Harpo. 

L'orto, che fornirà verdure fresche al ristorante, prenderà forma sul tetto dell'ex fonderia di via Foligno 14, costruita nel 1938 dall'architetto bulgaro Nicolaj Diulgheroff e oggi rimasta in stato di degrado. Lo spazio sarà anche un'opportunità di aggregazione e animazione per le associazioni del quartiere e di lavoro per le cooperative sociali coinvolte quali Meeting Service e Agridea.

Inoltre, grazie ai sistemi avanzati di verde pensile che verranno impiegati, l'orto alto apporterà notevoli vantaggi ambientali ed economici come la prevenzione degli allagamenti, la tutela della biodiversità, l'abbassamento dell'isola di calore urbano e il risparmio energetico.

 

    foto di Leana Cagnotto

 

Tutte le informazioni del lavoro in corso sono reperibili sulle pagine di OrtiAlti:
www.ortialti.com
www.ozanam.ortialti.com
www.facebook.com/OrtiAlti

 

Leggi chi ne parla
lastampa.it - articolo
casa24 - ilsole24ore.com articolo
ansa.it articolo
cronacaqui.it articolo 
tiscali.it articolo
torino.virgilio.it articolo
bioecogeo.com articolo
youtradeweb.com articolo