Green Architectural Design - Harpo verdepensile
26 febbraio 2016 – 9.30 - Auditorium del Consiglio regionale, Palazzo Panciatichi, via Cavour 4, Firenze

La Regione Toscana, l'Università degli Studi di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze organizzano un convegno atto a promuovere il verde pensile e le sue caratteristiche innovative ed applicative.

Nello specifico l'oggetto del convegno verterà intorno ai risultati della ricerca, condotta dal maggio 2014 presso l’Università di Firenze nel Dipartimento di Architettura, dal titolo Green Architectural Design.
La ricerca ha per oggetto il verde pensile e i nuovi scenari urbani sostenibili che si possono prefigurare con la diffusione di queste installazioni di vegetazione sulle coperture degli edifici. Il verde pensile è stato preso in considerazione in quanto è uno dei provvedimenti ambientali più efficaci, in grado di apportare numerosi vantaggi oltre che di offrire opportunità di riqualificazione architettonica e di rigenerazione urbana. Ancora ad oggi in Italia (a differenza di molti paesi europei) manca un approccio generale che renda attuabile una sistematica diffusione di queste installazioni.
L’obiettivo dell’iniziativa con l’organizzazione di un convegno e la relativa pubblicazione degli atti è quello di contribuire alla conoscenza e alla diffusione ad un pubblico più vasto e anche ai vari enti territoriali competenti, regione, comuni ecc. affinché lo introducano nelle loro politiche territoriali o addirittura lo adottino nei loro strumenti urbanistici.  

All'incontro parteciperanno diverse figure professionali per illustrare benefici, case history e aspetti tecnici del verde pensile e del verde verticale.

A presentare i sistemi a verde pensile e gli interventi realizzati in Toscana gli esperti Harpo verdepensile, azienda sponsor dell'evento.

 

Crediti formativi presso l'Ordine degli Architetti della provincia di Firenze: 4 CFP
La partecipazione è gratuita previa iscrizione obbligatoria.
Per iscriversi inviare una mail all'indirizzo architetturaverde42@gmail.com con i seguenti dati:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • ordine di appartenenza
  • mail

 

Leggi il programma

 

Allegati: