Sono spesso opere sottoposte a procedura VIA a causa delle grandi dimensioni.
Trasformare un terreno di simili dimensioni in una equivalente superficie impermeabile incide sul ciclo dell’acqua e sulla gestione urbana delle acque in modo assolutamente non trascurabile.
Il verde pensile è stato indicato come possibile misura per limitare l’impatto ambientale, ma grazie al recente sviluppo tecnologico e alla possibilità di offrire prestazioni certe e quantificabili le soluzioni Harpo verdepensile hanno raggiunto un ruolo di assoluta preminenza.
I coefficienti di deflusso dei sistemi Harpo, certificati dall’Università di Genova, possono ridurre drasticamente la dimensione dei serbatoi che vanno previsti per l’accumulo e laminazione dell’acqua meteorica.
L’impiego di un sistema di irrigazione controllata Medi WaterSafe, riduce gli sprechi d’acqua di irrigazione, aumenta la capacità di trattenere la pioggia sul verde pensile ed in taluni casi può definitivamente rendere superflui i serbatoi d’accumulo.
Per una soluzione equilibrata tra elevate prestazioni dal punto di vista idrologico, bassa manutenzione ed elevato valore ecologico, consigliamo di orientarsi su un sistema estensivo a prato naturale.